Sezioni
News e Comunicati 140

Verso la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali

19 Gennaio 2020
di Redazione
Condividi
Verso la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali

S. Messa del Vescovo per i giornalisti il 24 gennaio

Venerdì 24 gennaio alle 11, nella Cappella Maggiore del Seminario, il Vescovo Mons. Mario Russotto presiederà una celebrazione eucaristica per i giornalisti che operano nel territorio della Diocesi, nel giorno in cui si celebra la festa di S. Francesco di Sales, patrono dei giornalisti e degli scrittori.Il 24 gennaio Papa Francesco, come ogni anno, renderà pubblico il messaggio per la 54° Giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali, dal titolo «Perché tu possa raccontare e fissare nella memoria» (Es 10, 2). La vita si fa storia.
Il patrimonio della memoria si propone alla società contemporanea come risorsa preziosa, “realtà dinamica” perchè attraverso la memoria avviene la consegna di storie, speranze, sogni ed esperienze da una generazione ad un’altra.
"Con la scelta di questo tema - si legge su L'Osservatore Romano - il Papa ci ricorda che ogni racconto nasce dalla vita, dall’incontro con l’altro e sottolinea la natura dell’uomo “animale narrante”. Lo scrittore inglese Chesterton osservava che la letteratura può essere considerata un lusso, ma la narrativa è per l’uomo una necessità.
Nel prossimo Messaggio per la Giornata mondiale delle comunicazioni sociali il Papa vuole sottolineare che la comunicazione è chiamata a mettere in connessione, attraverso il racconto, la memoria con la vita ed è questo che crea una comunità, una famiglia, un popolo. Ci ricorda Papa Francesco che la vita attraverso il racconto si fa storia, e che poi questa storia ritorna alla vita, ridiventa vita vissuta ma più intensamente, più consapevolmente. I cristiani hanno un modello preciso proprio nel Vangelo, che è un racconto, fatto di racconti, perché Gesù predicava attraverso le parabole, narrazioni tratte dalla vita quotidiana che però entravano in connessione con la vita di chi lo ascoltava, finendo per trasformarla. È il racconto stesso che “torna”, nasce dalla vita e ad essa ritorna ricca di frutto, proprio come dice il profeta Isaia della Parola di Dio (ed è giusto ricordarlo oggi quando viene presentata l’iniziativa del Papa di istituire la Domenica della Parola): «Come la pioggia e la neve scendono dal cielo e non vi ritornano senza aver annaffiato la terra, senza averla fecondata e fatta germogliare, affinché dia seme al seminatore e pane da mangiare, così è della mia parola, uscita dalla mia bocca: essa non torna a me a vuoto, senza aver compiuto ciò che io voglio e condotto a buon fine ciò per cui l’ho mandata» (Isaia 55, 10-11)."

Condividi
Commenti
Verso la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Copyright © 2018 Diocesi di Caltanissetta

Logo L'Aurora Web News
Registrazione del Tribunale di Caltanissetta n. 202 del 29-12-2006 - Redazione: Via Cairoli, 8 - 93100 CL - Direttore Responsabile: Giuseppe La Placa - Redattore: Fiorella Falci.