Sezioni
Caritas e solidarietà 476

Progetti realizzati e lavoro vero

17 Novembre 2019
di Redazione
Condividi
Progetti realizzati e lavoro vero

Report al Convegno di Pastorale Sociale e del Lavoro e Caritas

Un corposo dossier (76 pagine) “Stop alla povertà” (curato da Tatiana Speziale) ricco dei dati di valutazione di un triennio di lavoro della Caritas diocesana e dell’Ufficio Pastorale Sociale e del Lavoro sul tema del contrasto alla povertà e della sperimentazione del reddito familiare che dal 2016 vede impegnata la Diocesi di Caltanissetta, è stato presentato al Convegno “Dalle idee al lavoro vero”, venerdì 15 novembre nella sala del Museo Diocesano.Il Direttore Giuseppe Paruzzo ha raccontato le esperienze che sono state alla base delle statistiche del dossier: l’ascolto, l’accompagnamento e l’aiuto quotidiano che hanno aiutato famiglie disagiate, in sei diversi comuni e nove parrocchie della Diocesi, a prendere in mano la gestione del proprio bilancio familiare e conquistare spazi di autonomia e responsabilità che vanno molto oltre il tradizionale assistenzialismo.
Il progetto Caritas “Stop alla povertà” ha coinvolto 377 persone e 80 famiglie, a partire dal Centro di Ascolto Caritas Diocesana, e ha proposto alle famiglie (per lo più numerose) una serie di interventi: dal sostegno economico minimo, alle spese per affitto, utenze, farmaci, spesa, testi e materiale scolastico, manutenzione dell’abitazione, alle consulenze specialistiche, al micro-credito, ai voucher lavoro, all’accompagnamento all’inserimento lavorativo.
Gli Empori Caritas “Scaldacuori” per l’abbigliamento, “Solidarietà” per l’alimentazione e “Scuola” per il sostegno allo studio, hanno integrato gli interventi nei confronti delle famiglie, e l’”Housing first” ha promosso, a partire dalla casa, i percorsi di uscita dalla marginalità sociale.
Presentate nel Convegno anche le due prime Cooperative di Comunità che si sono costituite in Diocesi, di cui sono protagonisti i giovani: “Rete a colori” che è già operante presso la parrocchia S. Pietro di Caltanissetta con una gamma di interventi e di servizi per utenti di tutte le età e “Don Costantino Stella” a Resuttano, che si propone di gestire beni confiscati alla mafia e offrire servizi sociali al territorio.
Di particolare interesse i “Progetti di Reciprocità”, presentati da Lorella Alù, curati dal Progetto Policoro: esperienze full immersion di giovani imprenditori del nostro territorio presso aziende agricole modello della provincia di Cuneo e poi ospitalità nissena dei giovani imprenditori cuneesi, che hanno apprezzato con grande entusiasmo le nostre bellezze ambientali, artistiche e culturali.
Terzo tema del Convegno, curato insieme all’Ufficio Pastorale del Turismo e del Tempo Libero diretto da padre Bernardo Briganti, il Parco Culturale Ecclesiale “Terra di Sicilia”, che si sta costituendo operativamente in Diocesi per promuovere la valorizzazione del patrimonio liturgico, storico, artistico, culturale, artistico, museale e ambientale del nostro territorio e costruire un nuovo modello di sviluppo sostenibile e accessibile fondato sull’economia della bellezza e dei beni relazionali.
Tre gli assi intorno a cui il Parco Culturale si struttura: a) la Passione e i riti della Settimana Santa; b) Il percorso dei Principi (musei diffusi della storia di aristocrazia e popolo sul territorio); c) Le miniere e l’esperienza del lavoro.
Gli “Itinerari di bellezza” permetteranno ai viaggiatori di percorrere le “Strade dell’antichità” con i parchi archeologici, “l’Itinerario dei castelli”, viaggio nel medioevo con le chiese bizantine, le abazie normanne ed i castelli, le “Feste di Santi Patroni” con i 13 Santuari diocesani, dalla primavera all’autunno inoltrato, e “La via dei sapori” alla scoperta di una tradizione originale del cibo, con le Sagre dei prodotti tipici a km zero e le esperienze full immersion nei laboratori dove si producono le prelibatezze.
Un primo step di sensibilizzazione capillare del territorio è stato realizzato con il concorso “I Tesori nascosti”, che ha coinvolto le scuole di ogni ordine e grado, producendo 44 schede-progetto di segnalazioni documentate di luoghi, monumenti, cibi, feste, che sono state premiate al termine del Convegno, a cui hanno partecipato anche delegazioni di studenti e docenti.
Apprezzamento e soddisfazione sono stati espressi dal Vescovo, Mons. Mario Russotto, a conclusione dei lavori: “Da diversi anni la nostra Diocesi viene riconosciuta in Italia, in assoluto, su 225 diocesi, fra i primissimi posti per iniziative, progettualità e impegno nel campo sociale, lavorativo, caritativo. E quello che abbiamo detto stasera non è qualcosa che sogniamo di fare, ma è già stato realizzato o è in fase di realizzazione. Perché noi le cose prima le facciamo, eventualmente e solo se è il caso, come stasera, le diciamo.
E dobbiamo prendere il coraggio a due mani, perché abbiamo tesori nascosti, e questi tesori siete voi, che dovete credere in voi stessi e nella vostra forza delle idee, che insieme realizzano grandi progetti”.
 
 

Condividi
Commenti
Progetti realizzati e lavoro vero
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Copyright © 2018 Diocesi di Caltanissetta

Logo L'Aurora Web News
Registrazione del Tribunale di Caltanissetta n. 202 del 29-12-2006 - Redazione: Via Cairoli, 8 - 93100 CL - Direttore Responsabile: Giuseppe La Placa - Redattore: Fiorella Falci.