Sezioni
News e Comunicati 90

Padre Filippo Bonasera è tornato alla casa del Padre

01 Maggio 2020
di Redazione
Condividi
Padre Filippo Bonasera è tornato alla casa del Padre

Una vita spesa per la Chiesa e per il popolo più fragile e disagiato

Padre Filippo Bonasera è tornato alla casa del Padre: sacerdote da 44 anni, era nato a S. Caterina Villarmosa il 4 febbraio del 1949. Ordinato sacerdote nel 1976, dopo gli studi al Seminario di Caltanissetta, Messina e Napoli, era stato vice-parroco della Regina Pacis a Caltanissetta e dal 1979 era Rettore di S. Maria del Carmelo a Serradifalco.Di Serradifalco era diventato cittadino onorario lo scorso anno, in omaggio ai suoi 40 anni di ministero sacerdotale spesi nella cittadina, distinguendosi per la sua sensibilità pastorale a servizio dei più deboli e disagiati. E a Serradifalco il Sindaco Leonardo Burgio ha proclamato in suo onore il lutto cittadino. 
Lo chiamavano "il prete dei poveri", e per i più deboli si è speso per tutta la vita con generosità e umanità straordinaria, conquistandosi l'affetto e la stima di tutta la cittadinanza.
Dal 1984 era stato nominato delegato diocesano per le Migrazioni, incarico ricoperto fino allo scorso anno, svolgendo un’opera infaticabile di monitoraggio della condizione dei nostri migranti all’estero e di solidarietà verso gli immigrati nel nostro territorio. Per 15 anni è stato direttore regionale della Migrantes, visitando i nostri emigrati in tutti i continenti.
Non mancava di sottolineare che  i migranti vanno considerati “persone che la provvidenza manda fra noi e che abbiamo il dovere di accogliere. Così come altri popoli facevano con gli italiani quando eravamo noi a migrare”   “E’ bene ricordare che molti di loro, prima di giungere in Sicilia, attraversano il deserto. Dove alcuni trovano la morte. Al pari degli altri più sfortunati che perdono la vita nelle traversate”. 
Per i migranti, sin dai primi anni di incremento degli sbarchi sulle coste siciliane, aveva organizzato le prime raccolte di beni di prima necessità, così come si era sempre attivato nell'organizzare gli interventi di sostegno ai più poveri e alle famiglie in difficoltà del territorio in cui operava.
Uomo di carità e uomo di preghiera, aveva coltivato il sogno di una Via Crucis nell'orto degli Ulivi, a Serradifalco, che era riuscito a realizzare con instancabile tenacia e determinazione, con 12 cappelle che scandiscono le stazioni della Via Crucis nello scenario suggestivo di un antico uliveto, in alto su una collina, culminando con una grande Croce spoglia ai cui piedi giace la Pietà. Più in basso la tomba con Gesù deposto e più avanti la tomba vuota con i segni della Passione.
In quegli stessi luoghi, per anni, padre Filippo aveva animato un presepe monumentale semovente che accompagnava la devozione popolare e la preghiera nei giorni della Natività.
Le esequie si svolgeranno a S. Caterina nei prossimi giorni.
 
 

Condividi
Commenti
Padre Filippo Bonasera è tornato alla casa del Padre
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Copyright © 2018 Diocesi di Caltanissetta

Logo L'Aurora Web News
Registrazione del Tribunale di Caltanissetta n. 202 del 29-12-2006 - Redazione: Via Cairoli, 8 - 93100 CL - Direttore Responsabile: Giuseppe La Placa - Redattore: Fiorella Falci.