Sezioni
Caritas e solidarietà 305

Nasce e-Caritas

01 Aprile 2020
di Redazione
Condividi
Nasce e-Caritas

Il portale per la spesa online e il "Contatore della Solidarietà"

La Caritas di Caltanissetta non va in quarantena: si moltiplica l’impegno dei volontari che operano azioni solidali nei confronti delle persone fragili e delle famiglie in difficoltà, con gli Empori della Solidarietà in cui si possono ricevere alimenti e prodotti per l’igiene della casa e della persona, cartoleria per le esigenze dei piccoli studenti, e con l’Emporio Scaldacuori, in cui si possono scegliere capi d’abbigliamento e scarpe. 
In tempi di epidemia, che ha ridotto la mobilità, un nuovo servizio si fa carico di questo disagio: è nata E-Caritas, un portale online (accessibile anche dai cellulari) dove è possibile ordinare la spesa senza muoversi da casa, come in un vero e proprio supermercato, per tutte le famiglie sostenute dalla Caritas (circa 700 in un anno nel territorio diocesano, un centinaio nel capoluogo nell’ultima settimana).
È stato realizzato anche un documento per informare e sostenere le famiglie con questa nuova modalità, e già da qualche giorno le ordinazioni online si moltiplicano, velocizzando e dando sicurezza all’azione solidale dei volontari, che hanno sanificato e igienizzato tutti i locali degli Empori per un accesso sicuro e rapido da parte degli utenti, che trovano la loro spesa già pronta e confezionata, insieme a tavolette di cioccolato donate in questo periodo difficile come dolce antidepressivo che segna un’attenzione particolare nei confronti dei bambini.
L’impegno della Caritas nissena ha conquistato grande credibilità e fiducia anche nel mondo dei laici: Club services hanno donato beni per migliaia di euro agli Empori della Solidarietà, e in questi giorni è stata avviata una sottoscrizione popolare con un “Contatore della Solidarietà” quotidianamente aggiornato sul sito della Caritas diocesana che in meno di una settimana ha già raggiunto la cifra di 26.505 euro.
Centinaia di uova di Pasqua saranno distribuite in questi giorni insieme alla spesa solidale, nelle parrocchie e negli istituti penitenziari.
Infine, in collaborazione con la Croce Rossa e il Comune di Caltanissetta, è partito il nuovo servizio La Spesa SOSpesa, che permetterà a chi fa acquisti nei supermercati di lasciare in un apposito carrello dei beni necessari da donare a chi è in difficolta, moltiplicando con il massimo della capillarità le concrete occasioni per donare, per rendersi vicini a chi ha bisogno in modo semplice, discreto, diretto.
La Solidarietà non si ferma: ha messo in moto un circuito di energie positive anche in questa periferia marginale, spesso rassegnata e immobile.
Un cartello di Associazioni ha assunto l'impegno di donare risorse alla Caritas Diocesana e di sensibilizzare i propri aderenti, a diffondere il più ampiamente possibile l’iniziativa attraverso i propri canali, e  a  estenderla a  chiunque  voglia  contribuire. Si tratta delle associazioni: Luigi Sturzo Caltanissetta, Forum delle famiglie, Capitani emeriti della REAL Maestranza, Consulta delle Aggregazioni laicali, Libera Università senza età, MCL, Mi prendo cura, Mo.V.I., Progetto Luna Onlus, Real Maestranza, Rotary Club Caltanissetta, Unione Professionisti.
L’esempio della Caritas e dei suoi volontari è una dinamo infaticabile che sta costruendo fiducia, senso di appartenenza solidale, una speranza che cammina sulle gambe di decine di volontari e vuole rimanere viva anche dopo, quando potremo dire finalmente che siamo “fuori pericolo”. Almeno dal coronavirus.
 
 
Fai la tua donazione al seguente iban
IT64E0521616700000008922338
intestato a: CARITAS CALTANISSETTA ONLUS
causale: EMERGENZA CORONAVIRUS
 

Condividi
Commenti
Nasce e-Caritas
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Copyright © 2018 Diocesi di Caltanissetta

Logo L'Aurora Web News
Registrazione del Tribunale di Caltanissetta n. 202 del 29-12-2006 - Redazione: Via Cairoli, 8 - 93100 CL - Direttore Responsabile: Giuseppe La Placa - Redattore: Fiorella Falci.