Sezioni
News e Comunicati 178

Lo sguardo del cielo sulla città degli ultimi

20 Luglio 2020
di Redazione
Condividi
Lo sguardo del cielo sulla città degli ultimi

Il centenario di Padre Angelico Lipani

Lo sguardo azzurro di padre Angelico Lipani aveva visto gli "invisibili" della Caltanissetta di fine '800: migliaia di zolfatai e le loro famiglie che per la città ufficiale non avevano cittadinanza, nemmeno quando morivano schiacciati o bruciati in miniera e lasciavano le loro famiglie in mezzo alla strada, senza aiuto e senza speranza, dopo aver costruito con il loro lavoro la ricchezza della città. 
Padre Angelico (1842-1920) di cui il 9 luglio ricorre il centenario del pio transitoaveva conosciuto la solitudine e l'abbandono: frate cappuccino dal 1861, quattro anni dopo aveva subito lo scioglimento del suo Ordine per volontà del nuovo regno, la chiusura del suo convento ed il ritorno a Caltanissetta con il divieto di vestire l'abito francescano.
Il Vescovo Mons. Guttadauro gli aveva affidato la chiesetta del SS. Crocifisso, il Signore della Città, venerato da secoli dalla devozione popolare, e l'insegnamento in Seminario, in cui si distingueva sia per la profondità della sua preparazione culturale sia per la paterna attenzione ai giovani più poveri, che ospitava in casa sua e seguiva particolarmente negli studi.
Sempre dalla parte degli ultimi, con un carisma che riusciva a conquistare la fiducia ed il sostegno di tutte le classi sociali per le opere di solidarietà che riusciva a realizzare, mobilitando risorse ed impegno anche delle signore colte e benestanti, che lo aiutavano a tessere trame di carità capaci di unire una società divisa e conflittuale, con un consenso unanime ed una credibilità sconosciuta, a quel tempo, per qualunque altra istituzione religiosa e laica.
Dal 1885 inizia l'opera di accoglienza e di educazione delle orfane delle stragi minerarie: ragazze di cui cura il sostentamento, l'istruzione e la formazione professionale, superando il concetto tradizionale di assistenza per promuovere l'autonomia e la dignità dei soggetti più fragili. Intorno a quest'opera nasce la Congregazione delle Suore Francescane del Signore, che oggi è presente con le sue case in tutti i continenti del mondo e testimonia ancora, nelle periferie del mondo contemporaneo, il carisma solidale dell'impegno francescano che padre Angelico volle che germogliasse da Caltanissetta.
E' in corso dal 1997 il processo di beatificazione del nostro padre Angelico, che dallo scorso anno è stato proclamato Venerabile dalla Chiesa universale con il riconoscimento delle sue virtù eroiche.
Il suo sguardo limpido e penetrante continua a guardare lontano ed in profondità, esempio della capacità di costruire una vita migliore che sia testimonianza di Vangelo, in cui la spiritualità illumini la strada per fare vivere la giustizia e la solidarietà anche in quegli angoli del mondo che sembrano rimanere alla periferia della storia.
 

Condividi
Commenti
Lo sguardo del cielo sulla città degli ultimi
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Copyright © 2018 Diocesi di Caltanissetta

Logo L'Aurora Web News
Registrazione del Tribunale di Caltanissetta n. 202 del 29-12-2006 - Redazione: Via Cairoli, 8 - 93100 CL - Direttore Responsabile: Giuseppe La Placa - Redattore: Fiorella Falci.