Sezioni
News e Comunicati 127

"Dare carne e volto a Cristo nella storia"

01 Gennaio 2021
di Redazione
Condividi
"Dare carne e volto a Cristo nella storia"

Il primo pontificale del Vescovo Mario nel 2021

Nella solennità di Maria SS. Madre di Dio, Giornata Mondiale della Pace dal 1968 per volontà di S. Paolo VI, il nostro Vescovo Mario ha presieduto il pontificale in Cattedrale, che proprio a Maria è dedicata. 
I segni della drammatica pandemia che per tutto il 2020 ha tormentato il mondo sono ancora presenti nella vita e negli sguardi del popolo di Dio, presente in Cattedrale nei limiti delle prescrizioni di sicurezza, e dai tanti dolori vissuti nell’anno che ormai è trascorso è partita l’omelia del Vescovo Mario, ricordando anche i tre sacerdoti che sono tornati alla casa del Padre.
Ciascuno di noi porta nel cuore lutti, ferite e sofferenze, perché la morte, il male, la malattia ha colpito nostri familiari, nostri parenti, nostri amici, nostri conoscenti.
Abbiamo sentito il vento della malattia sfiorare la nostra pelle, e se oggi siamo qui a lodare il Signore per il dono di Maria, Madre sua e nostra, è perché siamo chiamati a una assunzione maggiore di responsabilità credente, in quanto su ciascuno di noi incombe il compito di dare carne e volto a Cristo nella storia. Ciascuno di noi, in virtù di quella prima maternità di Maria SS. è chiamato a dare nuova maternità a Dio nella storia, nell’esercizio di una carità senza confini e senza condizioni, all’insegna di una com-passione con l’umanità sofferente, povera, emarginata, all’insegna della solidarietà con quanti continuano ancora e forse ancora di più a vivere situazioni esistenziali, familiari, economiche, dense di profondo disagio.”
Ma la divina maternità di Maria che oggi si celebra rappresenta il segno forte della speranza nuova per l’umanità: “Vogliamo ancora trovare con Maria SS. la forza di sperareha proseguito il Vescovo - come il sole è certo che ogni mattina sorge e spezza le tenebre, così è certo che l’amore trionferà su ogni morte, che la vita regnerà su ogni povertà e ogni malattia.
Allora cerchiamo di imitare Maria Santissima. Lei è la donna raccolta e per questo protesa, è la donna che accoglie, nel suo Fiat, il Verbo di Dio che in Lei trova posto nella storia dell’umanità. Ma è la donna che ha raccolto ogni parola di Dio mettendola in pratica, ha raccolto le lacrime e il sangue di suo Figlio e certamente raccoglie le nostre lacrime, come dice il Salmo, nell’otre del suo cuore”.
La responsabilità della speranza, da fare vivere nella storia e nella nostra quotidianità, non rimuove ma rilancia la condivisione della sofferenza, chiedendo a ciascuno di assumere il compito prioritario dell’amore che testimonia la nostra identità di cristiani nel mondo.
Lei è la donna che raccoglie le nostre ferite – ha concluso il Vescovo Mario – accoglie lo Spirito Santo e vive nel raccoglimento di quella Chiesa nascente fra i discepoli del Figlio suo, per rilanciarla ed esporla alle sfide del mondo con la forza del Vangelo.
E allora osiamo sperare, osiamo ancora una volta nascere alla fede da figli, osiamo ancora una volta impegnarci ad amare come ha amato Maria, perché il nostro cuore sia un otre che raccoglie le lacrime dei nostri fratelli e delle nostre sorelle, e nella fede dispensa loro grazia e misericordia”.
Nella prima celebrazione della Giornata Mondiale della Pace, il 1° gennaio del 1968, S. Paolo VI aveva pregato perché si mettesse fine alla guerra nel Vietnam, con una preghiera che ancora oggi, nel nostro contesto contemporaneo, risuona di profetica attualità:
«Giunga ora il Nostro saluto fraterno e paterno ed il Nostro augurio di pace, con quanto la pace deve recare con sé: l'ordine, la serenità, la letizia, la fraternità, la libertà, la speranza, l’energia e la sicurezza del buon lavoro, il proposito di ricominciare e di progredire, il benessere sano e comune, e quella misteriosa capacità di godere la vita scoprendone i rapporti con il suo intimo principio e con il suo fine supremo: il Dio della pace
 
 
 

Condividi
Commenti
"Dare carne e volto a Cristo nella storia"
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Copyright © 2018 Diocesi di Caltanissetta

Logo L'Aurora Web News
Registrazione del Tribunale di Caltanissetta n. 202 del 29-12-2006 - Redazione: Via Cairoli, 8 - 93100 CL - Direttore Responsabile: Giuseppe La Placa - Redattore: Fiorella Falci.