Sezioni
La Chiesa 73

Abolito il segreto pontificio per i casi di abusi sessuali

17 Dicembre 2019
di Redazione
Condividi
Abolito il segreto pontificio per i casi di abusi sessuali

Lo ha stabilito Papa Francesco con due Rescritti

Papa Francesco ha deciso di abolire il «segreto pontificio» che finora copriva le denunce, i processi e le decisioni riguardanti gli atti sessuali subiti in seguito a violenza, minaccia o abuso di autorità e quelli compiuti con minori o persone vulnerabili. La decisione — presa con l’istruzione Sulla riservatezza delle cause allegata a un Rescritto «ex audientia» firmato lo scorso 6 dicembre dal cardinale segretario di Stato Pietro Parolin e reso noto nella mattina di martedì 17 — si estende anche ai casi di pedopornografia e a quelli riguardanti comportamenti omissivi messi in atto da cardinali, vescovi, chierici o superiori di ordini religiosi per interferire o eludere le indagini civili, canoniche, amministrative o penali nei confronti di sacerdoti e consacrati accusati di abusi.Pur restando garantite «la sicurezza, l’integrità e la riservatezza» nelle cause, allo scopo di «tutelare la buona fama, l’immagine e la sfera privata di tutte le persone coinvolte», la nuova normativa specifica che «il segreto d’ufficio non osta all’adempimento degli obblighi stabiliti in ogni luogo dalle leggi statali, compresi gli eventuali obblighi di segnalazione, nonché all’esecuzione delle richieste esecutive delle autorità giudiziarie civili».
In un altro Rescritto «ex audientia», a firma dello stesso cardinale segretario di Stato e del prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, il cardinale Luis Ladaria Ferrer, il Pontefice modifica tre articoli del motu proprio Sacramentorum sanctitatis tutela riguardanti il limite di età — che passa da 14 a 18 anni — dei minori coinvolti in casi di pedopornografia e la possibilità anche per i laici di svolgere il ruolo di avvocato e procuratore nel giudizio sui «delitti più gravi» riservati alla Congregazione per la dottrina della fede.
I testi dei due Rescritti
Intervista con l'arcivescovo Scicluna
Riservatezza e dovere di denuncia
Un atto che facilita la collaborazione con l’autorità civile
Dopo l’incontro di febbraio in Vaticano
 
(Fonte L'Osservatore Romano 17 dicembre 2019)

Condividi
Commenti
Abolito il segreto pontificio per i casi di abusi sessuali
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Copyright © 2018 Diocesi di Caltanissetta

Logo L'Aurora Web News
Registrazione del Tribunale di Caltanissetta n. 202 del 29-12-2006 - Redazione: Via Cairoli, 8 - 93100 CL - Direttore Responsabile: Giuseppe La Placa - Redattore: Fiorella Falci.